New Business Media

Regole alimentari e made in Italy

Certezza del cibo, Benessere del consumatore, Tutela del made in Italy

€19.50 €23.00

L’analisi delle ‘regole alimentari’, il contrasto quotidiano alle frodi e il rispetto delle corrette abitudini alimentari sono i motivi fondanti questo volume. Accanto ai temi propriamente giuridici vengono approfonditi aspetti della comunicazione alimentare e delicati profili nutrizionali.

Alfa e omega del tutto restano, tuttavia, le ‘regole alimentari’ come norme giuridiche, come richiamo a comportamenti eticamente esigibili e a corrette abitudini alimentari: in definitiva, come esigenza costante del ‘nostro’ sistema nel suo migliore equilibrio.
Oggi più che mai tale sistema innalza con orgoglio il suggello del Made in Italy, per una varietà di prodotti agroalimentari, ricchezza e tesoro del Paese; deve però rispettare le regole affiancando all’incessante opera di contrasto giuridico, una più mirata lotta nel formare opinione e abitudini. Solo così le agropiraterie che minacciano il sistema potranno essere efficacemente contrastate all’interno e all’esterno dei confini nazionali.

Parte I. Alimentazione e linguaggio giuridico - Parte II. Siamo (ancora) quel che mangiamo? - Parte III. Il controllo ufficiale:la questione del “blocco” di alimenti e mangimi - Parte IV. Le frodi alimentari:riflessioni sulla fenomenologia - Parte V. Le frodi commerciali alimentari - Parte VI. Etichettatura e rintracciabilità degli alimenti - Parte VII Note sulla criminalità organizzata nell’agroalimentare - Parte VIII Legge 283/62: tra tutela penale e discussa vigenza - Parte IX La sicurezza alimentare per garantire la salute - Parte X Sicurezza degli alimenti nella filiera di produzione.

Prodotti correlati