Atlante dei vitigni e vini di territorio

Genotipi italiani autoctoni poco noti e diffusi

New Business Media

€39.90 €42.00

 

Nell’ultimo decennio, nel Registro Nazionale delle Varietà di Vite da vino sono stati inseriti 169 nuovi vitigni, di cui ben 112 autoctoni. Ciò sottolinea l’importanza che questi ultimi rivestono nel panorama viticolo italiano, sia per meglio valorizzare il legame “vitigno autoctono - paesaggio” che per differenziare l’offerta enologica e conservare la biodiversità, fondamentale nel contrastare l’erosione genetica per futuri programmi di miglioramento.

Il volume descrive 126 vitigni, originari di specifici territori di tutte le regioni italiane e a diffusione limitata, ovvero non superiore a 200 ettari di superficie coltivata, organizzati in schede di sintesi. Oltre alla caratterizzazione morfologica ed attitudinale, ciascuno di essi è accompagnato da informazioni storiche, nonché da una appropriata documentazione fotografica.

Anche se solo una parte dei vitigni autoctoni è per ora coltivata per produrre uva da vino, il libro vuole essere un primo, originale compendio sulle principali entità genetiche viticole a limitata diffusione ed impiego presenti in tutti i territori italiani, e rappresentare un compagno per eventuali viaggi verso la scoperta di vini diversi o anche unici dell’Italia intera.

Indice: Vitigni di: Piemonte - Valle d'Aosta - Liguria - Lombardia - Trentino - Alto Adige - Veneto - Friuli-Venezia Giulia - Emilia-Romagna - Toscana - Umbria - Marche - Lazio - Abruzzo - Molise - Campania - Puglia - Basilicata - Calabria - Sicilia - Sardegna.

Alberto Palliotti è professore di Viticoltura presso l’Università degli Studi di Perugia.
Oriana Silvestroni è professore di Viticoltura presso l’Università Politecnica delle Marche.
Stefano Poni è professore di Viticoltura presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza.

Gli autori: Maria Gabriella Barbagallo, Università degli Studi di Palermo | Boris Basile, Università degli Studi di Napoli Federico II | Andrea Bellincontro, Università degli Studi della Tuscia, Viterbo | Cristina Bignami, Università degli Studi di Modena e Reggio | Emilia Giovanna Bottalico, Università degli Studi di Bari Aldo Moro | Lucio Brancadoro, Università degli Studi di Milano | Elena Brunori, Università degli Studi della Tuscia, Viterbo | Giuseppe Camilli, ASSAM, Agenzia Servizi Settore Agroalimentare Marche, Osimo, Ancona | Giovanna Cattaneo, Regione Lombardia | Nicola Ceccarelli, Università degli Studi Perugia | Diego Compagnoni, Provincia di Bergamo | Manna Crespan, CREA, Centro di ricerca Viticoltura ed Enologia, Conegliano (TV) | Enrico Dainese, Università degli Studi di Teramo | Gabriella De Lorenzis, Università degli Studi di Milano | Federico De Luca, Ronc dai Luchis, Faedis, Udine | Francesco Degano, Consorzio DOC Friuli Colli Orientali e Ramandolo | Rosario Di Lorenzo, Università degli Studi di Palermo | Daniele Domeneghetti, IAR, Institut Agricole Régional, Aosta | Angelo Diego D’Onghia, ARSAC, Azienda Regionale per lo Sviluppo dell’Agricoltura Calabrese | Osvaldo Failla, Università degli Studi di Milano | Filippo Ferlito, CREA-OFA, Centro di Ricerca Olivicoltura Frutticoltura e Agrumicoltura, Acireale (CT) | Giuseppe Fici, Centro per l’Innovazione della Filiera Vitivinicola - Regione Siciliana | Ilaria Filippetti, Alma Mater Studiorum - Università di Bologna | Ivano Fojanini, Fondazione Fojanini | Marisa Fontana, Enologa | Tommaso Frioni, Università Cattolica del Sacro Cuore, Piacenza | Angelita Gambuti, Università degli Studi di Napoli Federico II | Matteo Gatti, Università Cattolica del Sacro Cuore, Piacenza | Antonio Gatto, Università degli Studi della Basilicata, Potenza | Alessandra Gentile, Università degli Studi di Catania | Lucia Giordano, Università degli Studi di Perugia | Mirella Giust, CREA-VE, Centro di Ricerca per la Viticoltura e l’Enologia, Conegliano (TV) | Pierfederico La Notte, Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante (IPSP-CNR), Sezione di Bari | Vania Lanari, Università Politecnica delle Marche, Ancona | Giuseppina Las Casas, CREA-OFA, Centro di Ricerca Olivicoltura Frutticoltura e Agrumicoltura, Acireale (CT) | Tania Lattanzi, Università Politecnica delle Marche, Ancona | Gianni Lovicu, Agenzia AGRIS Sardegna | Daniela Markovic, Tenuta Villanova, Farra d’Isonzo, Gorizia | Claudio Mattaloni, Istituto Statale di Istruzione Superiore “Paolino da Aquileia”, Cividale del Friuli (UD) | Luca Mercenaro, Università degli Studi di Sassari | Daniele Migliaro, CREA-VE, Centro di Ricerca per la Viticoltura e l’Enologia, Conegliano (TV) | Margherita Modesti, Università degli Studi della Tuscia, Viterbo | Luigi Moio, Università degli Studi di Napoli Federico II | Giuseppe Montanaro, Università degli Studi della Basilicata | Elisabetta Nicolosi, Università degli Studi di Catania | Gianni Nieddu, Università degli Studi di Sassari | Vitale Nuzzo, Università degli Studi della Basilicata, Potenza | Maurizio Odoardi, Regione Abruzzo | Silvia Pagani, Università Cattolica del Sacro Cuore, Piacenza | Alberto Palliotti, Università degli Studi di Perugia | Chiara Pastore, Alma Mater Studiorum - Università di Bologna | Christoph Patauner, Centro di Sperimentazione Laimburg, Bolzano | Ulrich Pedri, Centro di Sperimentazione Laimburg, Bolzano | Renzo Peretto, Agenzia Laore Sardegna | Rita Perria, CREA, Centro di Ricerca Viticoltura ed Enologia, Arezzo |  Enrico Peterlunger, Università degli Studi di Udine | Fabio Petrillo, ARSAC, Azienda Regionale per lo Sviluppo dell’Agricoltura Calabrese, Cosenza | Carlo Petrussi, Consulente viticolo | Giovanni Pica, ARSIAL, Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio | Fabio Pietrangeli, Regione Abruzzo | Costantino Silvio Pirolo, SINAGRI, Spin Off Università di Bari | Antonino Pisciotta, Università degli Studi di Palermo | Stefano Poni, Università Cattolica del Sacro Cuore, Piacenza | Duilio Porro, Fondazione E. Mach, San Michele all’Adige (TN) | Sergio Puccioni, CREA, Centro di Ricerca Viticoltura ed Enologia, Arezzo | Marta Pulcini, Università degli Studi di Teramo | Barbara Raifer, Centro di Sperimentazione Laimburg, Bolzano | Stefano Raimondi, CNR, Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante, Torino | Marco Reinotti, IIS Umberto I, Alba (CN) - Scuola Enologica | Vincenzo Roseti, CRSFA, Centro di Ricerca e Sperimentazione e Formazione in Agricoltura “Basile Caramia” - Locorotondo (BA) | Paola Ruffa, CNR, Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante, Torino | Laura Rustioni, Università degli Studi del Salento | Luciano Santoferrara, Regione Abruzzo | Vito Nicola Savino, Centro di Ricerca, Sperimentazione e Formazione in Agricoltura, Basile-Caramia, Locorotondo (BA) | Anna Schneider, CNR, Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante, Torino | Oriana Silvestroni, Università Politecnica delle Marche, Ancona | Paolo Sivilotti, Università degli Studi di Udine | Francesco Spitaleri, Conte d’Attimis - Maniago, Buttrio, Udine | Marco Stefanini, Fondazione E. Mach, San Michele all’Adige (TN) | Paolo Storchi, CREA, Centro di Ricerca Viticoltura ed Enologia, Arezzo | Josef Terleth, Centro di Sperimentazione Laimburg, Bolzano | Diego Tomasi, CREA-VE Centro di Ricerca per la Viticoltura e l’Enologia - Conegliano (TV) | Tiziano Tomasi, Fondazione E. Mach, San Michele all’Adige (TN) | Leonardo Valenti, Università degli Studi di Milano | Paolo Valentini, CREA, Centro di Ricerca Viticoltura ed Enologia, Arezzo | Pasquale Venerito, Centro di Ricerca, Sperimentazione e Formazione in Agricoltura, Basile-Caramia, Locorotondo (BA) | Odoardo Zecca, IAR, Institut Agricole Régional, Aosta | Alessandra Zombardo, CREA, Centro di Ricerca Viticoltura ed Enologia, Arezzo | Camillo Zulli, Enologo, Cantina Orsogna (CH).